Sviluppare nanoparticelle magnetiche per trattare i tumori

30 giugno 2011 I ricercatori del Consiglio Superiore per la Ricerca Scientifica (CSIC) hanno sviluppato una nanoparticelle magnetiche con interferone gamma, diretto con alcuni magneti al sito del tumore, promuovere la riduzione delle dimensioni con appena generare effetti collaterali Questo metodo, testato nei topi e brevettato dal CSIC, è pubblicato nella rivista Biomaterials

L'obiettivo era quello di migliorare il sistema immunitario del paziente, in modo che potesse combattere ed eliminare le cellule tumorali senza intaccare quelle sane, in quanto entrambe le cellule tumorali attacco radioterapia e chemioterapia e le cellule sane, che generano molti trattamenti attuali effetti collaterali

Tra i componenti del sistema immunitario con più qualità per sviluppare questo nuovo tipo di trattamento sono citochine, proteine ​​in grado di attrarre cellule del sistema immunitario e regolano la loro attività e interferone gamma è una citochina dei più efficace perché non lo fa favorisce solo la rilevazione e la successiva eliminazione dal sistema immunitario del paziente dalla nocivi si agenti esterni, ma ha altri effetti che impediscono lo sviluppo delle cellule tumorali

Finora, il problema principale da usare sostanze quali trattamento era di ottenere abbastanza arrivato nella zona in cui il tumore senza che ha portato tossici per il resto del corpo in cui si trova, ma queste molecole si legano alla superficie nanoparticelle magnetiche evita questo problema perché le nanoparticelle magnetiche possono essere mirati ad aree specifiche in cui si trova il tumore, in modo che il farmaco è concentrata solo in quella zona

Questo metodo è stato testato in topi, che è riuscito a ridurre notevolmente le dimensioni di alcuni tumori, senza effetti collaterali significativi sono verificati perché la maggior parte del gamma-interferone è localizzato nel sito del tumore, attirando l' produzione di cellule immunitarie e altri effetti quali la riduzione dei vasi sanguigni che portano ossigeno e cibo necessario per la sopravvivenza delle cellule tumorali, rendendo difficile per il tumore di crescere e diffondersi

Il sistema si è dimostrato efficace sia contro tumori generati mediante iniezione di cellule tumorali, contro quelle causate da sostanze chimiche, secondo l'agenzia SINC In entrambi i casi, i risultati suggeriscono che questo sistema potrebbe essere utile per il trattamento fa solo tumori, ma qualsiasi altra malattia in cui la somministrazione locale di farmaci necessari, senza causare effetti collaterali

Fonte: Europa Press

13

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Nuovo commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Personaggi rimasti: 3000
captcha