Identificare una proteina coinvolta nella infezione da virus Ebola

28 agosto 2011 Due gruppi di ricerca hanno riferito su Nature che hanno identificato una proteina chiave che il virus Ebola usato per causare infezioni mortali La proteina bersaglio è un elemento essenziale attraverso il quale il virus penetra nelle cellule viventi per causa l'identificazione della malattia di questa proteina cellulare che il virus Ebola ha bisogno di causare l'infezione, ma migliora anche la probabilità di sviluppare farmaci per combattere il virus

Il primo studio è stato condotto da quattro scienziati di alto livello: Sean Whelan della Harvard Medical School; Kartik Chandran, di Albert Einstein Medical School; John Dye Medical Research Institute of Infectious Diseases di dell'esercito degli Stati Uniti; e Brummelkamp Thijn, Paesi Bassi Cancer Institute Il secondo studio è stato condotto da James Cunningham, della Harvard Medical School

Africano Ebola virus e il suo parente stretto, virus di Marburg, sono conosciuti come filovirus Considerato una delle infezioni più pericolose, Ebola è stato identificato nel 1976 in Africa, nei pressi del fiume Ebola, una zona del Sudan la Repubblica Democratica del Congo infezioni da virus causano emorragie gravi, insufficienza d'organo e nessuno la morte sa come si diffonde, e non esiste un vaccino o anti-virali farmaci disponibili per combattere le infezioni

Esecuzione di test genetici in tutto il genoma delle cellule umane, volte ad individuare molecole essenziali per la virulenza di Ebola, Whelan e dei suoi colleghi focalizzato sulla proteina Niemann Pick C1 (NPC1) NPC1 è ben noto nella letteratura biomedica e soprattutto è associato con il metabolismo del colesterolo Questa proteina, se mutato, causa una malattia genetica rara nei bambini, noto come Niemann pick

Utilizzando cellule derivate da pazienti affetti da Niemann Pick, il gruppo ha osservato che questa forma mutante di NPC1 blocca anche l'infezione con il virus Ebola Inoltre, gli scienziati hanno dimostrato che i topi con una mutazione nel gene NPC1 anche resistito infezione si Ebola una resistenza simile è stato trovato in cellule in coltura in cui la struttura molecolare normale della proteina è stata alterata Niemann pick

Il clou del ritrovamento è quello di individuare l'effetto di NPC1 ha reale potenziale terapeutico, e anche se questo trattamento può anche bloccare la via di trasporto del colesterolo, un trattamento a breve termine sarebbe probabilmente essere ben tollerata

D'altra parte, Cunningham e il suo gruppo hanno studiato Ebola usando un metodo robotico sviluppato dai suoi collaboratori Detection Nazionale Laboratorio di piccole molecole nella Harvard Medical School, con la quale proiettato decine di migliaia di composti Il team ha identificato una nuova molecola che inibisce l'ingresso del virus Ebola in cellule in più di 99 scienziati per cento poi utilizzato come inibitore della sonda per studiare Ebola via di infezione, e ha scoperto che l'inibizione ha attirato l'NPC1

Per Cunningham e Chandran (che ha partecipato a entrambi gli studi), questo risultato si basa su uno studio del 2005, gli scienziati hanno scoperto come Ebola sfrutta una proteina chiamata catepsina B La nuova indagine completa di puzzle, come sembra catepsina B interagisce con il virus Ebola e lo prepara per poi entrare nel NPC1

"È interessante che NPC1 è essenziale per l'assorbimento del colesterolo nelle cellule, che è un'indicazione di come il virus sfrutta i processi cellulari normali per crescere e diffondersi," spiega Cunningham, aggiungendo che "le molecole che vanno a il NPC1 e inibire l'infezione da parte del virus Ebola hanno il potenziale di farmaci antivirali "

Fonte: Europa Press

4

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Nuovo commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Personaggi rimasti: 3000
captcha